25 Anni di LeBook | Mug Magazine | Fashion, Design, Lifestyle and more...
627
single,single-post,postid-627,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

25 Anni di LeBook

Per gli addetti ai lavori, la bibbia.
Per gli appassionati, il Santo Graal.

3Una scatola magica che contiene tutti i contatti possibili per trovare fotografi, visuals, grafici e designers.
CELEBRAZIONE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA.
Quando Veronique Kolasa ha creato Le Book, all’alba degli anni 80, pensava ad una vetrina di creativi in grado di rispondere all’eterna domanda: conosci qualcuno che sa fare questo…o quello? et voilà tutte le risposte riunite in un solo prodotto da consultazione e collezione.
Testimone dell’importanza della fotografia e della sua evoluzione nel tempo dell’immagine, esso ha saputo in questi venticinque anni rispecchiare il susseguirsi dei vari trend creativi. Dalle sue prima edizioni dedicate esclusivamente al circuito parigino Le Book , già nel ’95, lancia la versione dedicata a New York e nel ’99 una versione londinese, con una distribuzione anche in Germania e Nord Europa. Dal 2000 Le Book decide di impreziosirsi, presentandosi “vestito” dai nomi più insigni del mondo della moda: da Karl Lagerfield a Yves Saint Laurent, Christian Lacroix, fino a Pucci ed Hermès. E proprio alla Maison francese ed ai suoi storici carrè si ispira l’edizione 2005: perfetto il richiamo tra il formato delle aristocratiche sete e la dimensione quadrata della pubblicazione, ancor più ispirata l’associazione tra la ricchezza dei disegni stampati Hermès e la creatività espressa dell’universo Le Book nel tempo. Lo scorso novembre, a Parigi, LeBook ha presentato la prima edizione di LeBook Connections, evento dedicato ai professionisti nel campo della moda, della fotografia, dell’editoria e della pubblicità. Il 2006 segna dunque l’inizio di una nuova era. Le parole d’ordine quest’anno saranno essenzialità e purezza : signore e signori, sussurratelo piano,   Yohji Yamamoto. Sarà lui a curare l’edizione 2006 di LeBook. Dopo i sogni a colori di Pucci e il caleidoscopico percorso di Hermes, l’oriente con delicatezza e leggerezza ci riporta allo spirito.

The bible of experts.
The holy grail of enthusiasts.

A magic box affording countless clues to get in touch with photographers, visual and graphic designers.
A CELEBRATION OF VISUAL COMMUNICATION
Early in the ’80s, when Veronique Kolasa created Le Book, she was thinking of a catalogue of creators which could answer the question: “Do you know anyone who can do this…or that?”. And here are all the answers in just one reference collector’s book.
Bearing witness to the importance of photography and its evolution in the age of the image, the book has been able to mirror a succession of creative trends. After the first issues were exclusively devoted to the Paris scene, in 1995 Le Book launched an issue devoted to New York, and a different one devoted to London, distributed also in Germany and Northern Europe. Since 2000 Le Book has decided to enrich its contents with names of great renown in the world of fashion including Karl Lagerfield, Yves Saint Laurent, Christian Lacroix, Pucci and Hermès. The 2005 edition drew its inspiration from Hermes’ epoch-making scarves, whose rich printed patterns match perfectly the square shape of the publication and the creativity it has expressed over the years. Last November, LeBook presented in Paris the first edition of LeBook Connections, an event devoted to professionals in the fields of fashion, photography, publishing and advertising.
2006, therefore, marks the beginning of a new era, and LeBook catchwords will be essentiality and purity. Whisper it softly, ladies and gentlemen, Yohji Yamamoto will be the editor of this year’s issue! After Pucci’s color dreams and Hermes’ kaleidoscopic layout, a delicate Oriental touch will gently bring us back to a spiritual dimension.

lebook.com