Der Gelbe Kland- The Yellow Sound | Mug Magazine | Fashion, Design, Lifestyle and more...
889
post-template-default,single,single-post,postid-889,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Der Gelbe Kland- The Yellow Sound

06 Der Gelbe Kland (The Yellow Sound) è un ciclo di opere fatte da Granular ed esposte al Museu do Chiado , Lisbona da marzo a ottobre 2006. Si tratta di un dialogo tra musicisti e artisti visivi che trasforma le colonne di mattoni, le sale bianche, le grandi vetrate, e procede lungo i corridoi spaziosi e sulle scale sospese fino alle mostre scultoree che danno forma al museo. Anche se questo ciclo non ha la funzione di fornire nuove interpretazioni delle mostre d’arte del Museu do Chiado, il dialogo di cui è portatore implica certamente una comunicazione interattiva tra gli spazi del Museo, gli espositori e il pubblico. Nel 1912 Kandinsky   scrisse un saggio “Sul Problema della Forma” intitolato Der Gelbe Klang. “Al momento giusto, le situazioni maturano. È il momento in cui lo Spirito Creativo trova la sua via per giungere all’anima, poi ad altre anime, e dà luogo a un anelito, a una spinta interiore.” L’interesse espresso da Kandinsly per la musica politonale e atonale di Schoenberg dimostra in modo sublime quanto sia esile il confine tra le istanze della musica e quelle della pittura. Kandinsky stesso si sentiva spinto a comporre mentre dipingeva. Uno dei suoi pezzi, intitolato Der Gelbe Klang, costituisce il titolo di questo evento nel quale artisti visivi e musicisti interagiscono al fine di esprimere un unico messaggio attraverso mezzi diversi. Der Gelbe Klang ha come oggetto una musica che può sussistere solo nel dialogo con le arti visive e la loro estetica intrinseca e viceversa. Senza fornire risposte, l’evento spinge artisti e pubblico a itinerari che portino sia alla creazione di nuove idee e al loro accoglimento   da parte degli altri.
Der Gelbe Klang/The Yellow Sound is a cycle produced by Granular in Museu do Chiado, Lisbon, from March to October 2006. A dialogue between musicians and video-artists evolves the brick columns, the white walls, the long glass windows, and walks through the large corridors, the suspended stairs leading to the sculpture garden that shape the Museum. The cycle is not held to present new interpretations of the art exhibitions at Museu do Chiado. Nevertheless, the dialogue in the cycle becomes, assuredly, a talk between Museum’s space, performers and public. Kandinsky contributed an essay, in 1912, ‘On the Problem of Form’, entitled Der Gelbe Klang – “At the appointed time, necessities become ripe. That is the time when the Creative Spirit finds an avenue to the soul, later to other souls, and causes a yearning, an inner urge. “The interest expressed by Kandinsky for the polytonal and atonal Schoenberg’s music, is one of the most sublime proof of the slight boundary between pictorial and musical concerns. Kandinsky himself, felt bounded to compose as he painted. One of his pieces is called “Der Gelbe Klang” giving name to this event where visual artists and musicians play together to express one message using different medium. Der Gelbe Klang speaks about a music that can only exist in a dialogue with visual arts and its inherent aesthetic and vice-versa. Without answers, it challenges artists and public to processes both in the origination of new ideas and in the social acceptance of these ideas by others.

granular.fm