From Fibre to Fashion | Mug Magazine | Fashion, Design, Lifestyle and more...
1596
post-template-default,single,single-post,postid-1596,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

From Fibre to Fashion

I consulenti vengono spesso immaginati come sapientoni arroganti che sciorinano termini tecnici, ben vestiti e dall’aria perbene. Beh, comunque li giudichiamo, solo la seconda caratteristica è importante per il successo di qualsiasi collaborazione; di conseguenza dobbiamo trovare dei modi per sopportare gli altri tratti della loro personalità. Idealmente però, benché non sia sempre essenziale (si pensi alla formazione), i consulenti a cui ci si rivolge dovrebbero essere specializzati nel ramo d’affari della ditta e quindi portare con sé, con i biglietti da visita e il computer, una preziosa competenza economica per guidare (insegnare a) tutto il personale a ottenere (raggiungere) gli obiettivi economici prefissati. Oggi siamo continuamente bombardati dai termini “innovazione”, “differenziazione”, “competitività”. Per quanto siano monotone, c’è qualche verità in queste parole. Diciamolo chiaramente, affinché una ditta sopravviva nel mondo dell’economia, è essenziale che possieda una Strategia Economica ben definita e condivisa, un Progetto di Marketing che sia frutto della ricerca, un Design unico e uno Sviluppo del Prodotto forte, una Catena delle Forniture rapida e efficiente, canali Vendita e Distribuzione pervasivi, una rete capillare di Vendita al Dettaglio, Personale onesto e di Talento e da ultimo, ma non meno importante, una Direzione con capacità inventive e Informazioni precise e tempestive per mettere insieme il tutto in maniera coerente. In breve, una ditta deve saper vedersi con chiarezza nella sua collocazione economica per “innovare”, “differenziare” e migliorare la sua “competitività” economica, per gettare i semi del suo successo futuro.

Consultants are frequently imagined as clean cut, well suited, terminology brandishing, arrogant know alls.
 Well, however we may judge the poor souls, only the last characteristic is important to the success of any collaboration, so we have to find ways to put up with the other personality traits. Ideally though, although not always essential (think of coaching), the called upon consultant(s) should be specialised in the company’s business sector and hence, along with their business cards and PCs, bring with them an invaluable business vision in order to guide (teach) all company people to achieve (reach) the set business goals. Today, we are continuously bombarded with the terms “innovation”, “differentiation”, “competitiveness”. However monotonous, there is some truth in those words.
 Let’s be frank, for a company to survive out there, it is essential it possesses a clearly defined and shared Business Strategy, a researched Marketing Plan, unique Design and strong Product Development, a quick and efficient Supply Chain, penetrating Sales and Distribution channels, a capillary Retail network, earnest Talented People and, last but not least, visionary Management and precise and timely Information to glue all pieces soundly. In brief, a company must look closely at itself, within its business environment to “innovate”, “differentiate” and improve its business “competitiveness” to sow the seeds of future success.

wernerinternational.com